Scritti Difensivi e Ricorsi

SCRITTI DIFENSIVI AI SENSI DELLA LEGGE 689/81

Gli organi di controllo (ASL, NAS, Capitaneria di Porto, ICQRF, ecc.) hanno visitato un’attività
alimentare e hanno elevato contravvenzioni?
È possibile, entro il termine di trenta giorni dalla notifica della contestazione, presentare scritti
difensivi (“ricorso”), nei modi e all’organismo indicati sul verbale.
Un’attenta lettura del verbale e della normativa su cui si basa la contestazione permettono di
opporsi alla contestazione e di ridurre al minimo (normalmente la metà della cifra richiesta) o
annullare del tutto la sanzione.

MEMORIE TECNICHE PER PROCEDIMENTI CIVILI E PENALI

Per questioni più complesse, laddove la contestazione non è amministrativa ma penale, ovvero
nell’ambito di cause civili legate alla produzione di alimenti, è opportuno che la consulenza legale,
prestata da un avvocato, sia integrata da una consulenza tecnica in grado di mettere in risalto, nello
specifico contesto, le motivazioni della parte interessata.
Solitamente, nell’ambito di procedimenti penali e civili, ci si fa assistere da un gruppo di lavoro
formato da avvocati e tecnici, per sostenere adeguatamente le proprie ragioni.
L’impegno richiesto per questo tipo di attività, è quanto mai variabile. Escludendo la parte di
competenza dell’avvocato, a seconda della complessità del caso e del volume di documenti da
esaminare e studiare e dell’impegno richiesto in aula giudiziaria, verrà valutato il caso di volta in
volta, anche al fine di fornire un’offerta dettagliata
I servizi sopra descritti possono essere forniti direttamente alle aziende interessate oppure possono
essere d’aiuto ai consulenti meno esperti che vogliano comunque mettere a disposizione dei propri
clienti una consulenza qualificata, senza per questo temere un’invasione del proprio ambito di
lavoro.